blog 

Il "Regolamento" di Sanpa

July 14, 2012


La maggior parte delle comunità sottopone all'utente un regolamento da controfirmare con tutto ciò che si deve sapere prima di entrare, molte lo pubblicano anche sul sito in modo che sia consultabile da chiunque.

A San Patrignano la si pensa diversamente, si ritiene sia terapeutico scoprire le regole man mano, io personalmente ritengo questa pratica piuttosto lesiva della libertà di scelta, come si può scegliere senza avere elementi.

Ecco perchè ho deciso di stilare il regolamento non ufficiale di tale comunità (tutte le regole riportate mi sono state fornite da persone che hanno soggiornato a San Patrignano, chiunque può suggerire integrazioni o modifiche all'elenco se è in possesso di informazioni diverse):

1) Non è possibile uscire dalla struttura in modo concordato entro il I anno, eccetto in casi estremi non previsti da questo regolamento.

2) Non è possibile introdurre: sostanze stupefacenti, sigarette, radio, tv, mp3, cellulari o altri apparecchi atti alla ricezione di segnali di qualsiasi tipo.

3) La prima visita dei familiari è prevista dopo minimo 11 mesi salvo casi eccezionali (v. il punto 3.1)

 3.1) i familiari sono ammessi solo se hanno dato prova di fedeltà assoluta alla causa

3.1.1 potranno vedere il congiunto recluso anche prima degli 11 mesi ma solo nel caso avesse egli un atteggiamento non collaborativo, nell'ottica di convincerlo ad entrare.

3.2) gli amici potranno visionare l'utente solo previo accordo, nei tempi e nei modi concordati e solo qualora siano classificati come non pericolosi.

3.3) fidanzati e fidanzate possono accedere solo dopo attentissimo esame, difficilmente prima dei 24 mesi e solo se frequentano con entusiasmo le Associazioni convenzionate.

4) il tipo di lavoro, l'orario e i turni non sono in alcun modo negoziabili durante il I anno di permanenza e se lo riteniamo opportuno manco dopo.

5) la possibilità di studiare è concessa in base al rendimento e alla collaboratività dimostrata, dopo un periodo di osservazione e non dovrà interferire con i turni di lavoro assegnati.

6) il servizio psicologico è appannaggio di chi ne ha davvero bisogno secondo noi (che non ne sappiamo niente di psicologia).

7) le uscite non concordate sono scoraggiate, in caso di insistenza l'utente potrà essere rinchiuso in camera con un accompagnatore per riflettere, in caso di fuga l'utente potrà riuscire ad allontanarsi ma privo di denaro e documenti.

8) le letture sono da concordare, le lettere in entrata e in uscita controllate, le telefonate vietate.

9) i rapporti sentimentali all'interno della struttura sono impossibili prima di 24 mesi e dopo tale periodo attentamente monitorati, i rapporti sessuali sono invece sempre vietati nell'arco dei 4 anni di percorso educativo e spesso pure dopo.

10) le camerate sono chiuse a chiave durante l'orario notturno, la chiave è in possesso del responsabile della camera che può tenerla a scelta sotto il cuscino e all'interno del vano mutande.

10.1) l'accesso alle camere è vietato durante il giorno se almeno metà degli occupanti non ne richiede l'apertura.

11) la privacy è completamente esclusa per minimo i primi 3 mesi.

12) si deve terminare tutto ciò che è nel piatto, questo si è dimostrato fondamentale per uscire dalla tossicodipendenza...

13) è vietato fumare a tutti tranne a chi ci pare a noi.

14) non dobbiamo spiegazioni nel caso operassimo in violazione della legge, insomma possiamo fare un po' come ci pare senza tema di critiche.


Posted by Elena
 

"Ho pagato per farlo tacere"

July 9, 2012


Interessante, in questo articolo, la presenza delle stime sugli anni di carcere fatti risparmiare allo Stato italiano da parte di San Patrignano.
Tale stima viene riportata ancora oggi come dato fondamentale per avvalorare l'importanza della comunità.

L'idea del risparmio in termini economici ritorna ossessivamente nella retorica di San Patrignano, è parte fondante dello stesso "programma educativo".

Il "tossico" imparando a risparmiare capirà come dare un valore alle cose e infine a ...

Continue reading...
 

Radio Radicale: la registrazione del processo - 1

July 9, 2012


La incredibile e terrificante registrazione di alcune deposizioni durante il processo a Vincenzo Muccioli e San Patrignano sui metodi "terapeutici" violenti ... da far accapponare la pelle ...

Ascoltala sul tuo pc: clicca qui.

Continue reading...
 

Sostiene Mandingo*

June 1, 2012

  


Quella che segue è la drammatica testimonianza, pubblicata da Sergio Bombardi, il 30/05/2012 su Facebook


Un giorno mi chiamò Vincenzo (Muccioli, ndr) e mi affidò una ragazza di Rimini dalla quale le donne - mi pare la Diella (Rita) & C. non riuscivano a cavare nulla.
Questa poveretta e poi si capirà perchè poveretta fu affidata a me. Io però avevo l'impegno del gruppo per il quale era prassi il pernottamento insieme e non si poteva certo mettere a dormire una ragazza con ...


Continue reading...
 

IPSE DIXIT: Roberto Soldati commenta su Il Fatto Quotidiano

May 31, 2012


Scrive Roberto Soldati (non ci è dato sapere se il nome è vero o frutto di invenzione):

"Sono stato a Sampa dal 1990 al 1996 ... ed ho solo ricordi bellissimi, le risate in gruppo ... le mangiate ... i Ciocchi del Baffo ... il rispetto verso gli altri ... e noi ... la 1visita di mia Madre ... la prima volta a casa ... il reinserimento ... bello veramente".

URL del trackback

In risposta a questa affermazione di Roberto Soldati, vorrei dire che io ci sono stato dall'87 al '90, praticamente q...
Continue reading...
 

Opinioni a confronto

May 30, 2012

Da tempo, sopratutto sul web, si svolgono accesi dibattiti sui metodi di San Patrignano in cui alcune fazioni di ex ospiti si scontrano continuamente.

Di queste fazioni ne abbiamo individuato almeno 3:

Negazionisti - La prima fazione è quella di coloro che non riconoscono che a San Patrignano si siano svolte le nefandezze di cui la cronaca giuziaria è strapiena.

Giustificazionisti - La seconda è costituita da individui che pur riconoscendo che certe atrocità siano accadute sostengono però l...
Continue reading...
 

Muccioli sapeva!!!

May 21, 2012

testoSpesso si legge sul web che Vincenzo Muccioli non sapeva nulla della morte di Roberto Maranzano perchè Alfio Russo gliela nascose e ne venne a conoscenza anni dopo.

BALLE!!!

Nel 1989 fui incaricato da Vincenzo di trasportare, da Coriano a Pergine (Tn) la moglie di Lupo che era diventata improvvisamente e inspiegabilmente, da un giorno all'altro, "MUTA" a causa, scopriremo in seguito, del fatto che il marito le raccontò la vicenda di Roberto.

Una donna intelligente, capace, forte ... croll...
Continue reading...
 

Andrea Muccioli lascia la Vigna del Signore

August 8, 2011


E così quello che in tanti, e per tanti anni, stavamo aspettando, sta finalmente accadendo: la Comunità San Patrignano cambia il vertice, e a deciderlo sono nientepopodimeno che Gianmarco e Letizia Moratti.

Così Andrea Muccioli, il figlio del responsabile del brutale omicidio di Roberto Maranzano e del suicidio indotto di almeno 3 ospiti (Natalia Berla, Gabriele De Paola e Fioralba Pietrucci) avvenuti nella comunità terapeutica più discussa d'Europa sta per lasciare il timone da ch...
Continue reading...
 

Fai il test!

January 18, 2011


Qui il report dei risultati.

Continue reading...
 
Share |

Nota bene: per commentare cliccare sul titolo del post.
Alla fine del testo si aprirà la maschera dei commenti.

Recent Comments

Powered by Disqus
 
Make a Free Website with Yola.