Gabriele Di Paola

Il mattino del 12 aprile 1989 Gabriele Di Paola, 22 anni, si sarebbe lanciato nel vuoto, dopo essersi fatto la doccia e prima di andare a messa, sotto gli occhi atterriti dei suoi due compagni di stanza.
Con queste parole La Repubblica riporta la notizia del suicidio di Gabriele.
Il suicidio avvenne durante un convegno relativo alla normativa per contrastare il fenomeno delle tossicodipendenze: erano presenti numerose autorità, giornalisti, esperti del settore.
Come nel caso del suicidio di Natalia Berla, avvenuto il giorno dopo, nessuno si è chiesto chi fossero e che ruolo avessero i due compagni di stanza "atterriti" dal suicidio di Gabriele. Nessuno domandò loro se avessero ricevuto da Vincenzo Muccioli il compito di 'correggere' i comportamenti di Gabriele, nè il modo attraverso il quale espletassero questo compito.
Noi invece ce lo chiediamo ancora.